Chi siamo

Milanoamodomio è un progetto nato da due sorelle innamorate di Milano.

Perché Milanoamodomio?

Adoriamo Milano come città che accoglie e difficilmente respinge, ma in questi ultimi anni tanto si è perso in vivacità e presenza creativa, tanto da indurci a metterci in gioco e strutturare Milanoamodomio per ritrovare il divertimento nello scegliere un regalo per un amico, andare a cena a colpo sicuro stupendo i commensali, organizzare una merenda di bambini facendoli anche imparare a stare insieme, essere originali senza spocchia, rivalutare una zona della città che si credeva desertificata, provare, senza sensi di colpa, una nuova versione della millefoglie, apprezzare la cucina giapponese e non la fuffa creata intorno, tentare di sentirsi parte di una metropoli, essere aggiornati senza pedanteria, cliccare e leggere per curiosità, aggiornamento, libertà di pensiero…


Silvia & Cristina Meucci

Nate sorelle, il giorno e la notte l’una dell’altra (liceo classico e liceo scientifico - avvocato ed architetto - Thomas Mann e Virginia Woolf - Baricco e De Luca - viaggi e cucina), ci ritroviamo "nel mezzo del cammin di nostra vita" a difendere l’idea di una Milano vivace ma esigente, creativa ma impegnativa, puntuale ma distratta, sperando con questa avventura, tutta dedicata alla nostra città ed ai nostri compagni di quotidiano viaggio metropolitano, di riuscire a realizzare un pacchetto regalo ben congegnato da affidare al presente, per renderlo più leggero, e da custodire per il futuro, per renderlo più vivibile!


milanoamodomio-chisiamo-unica.jpg

milanoamodomio-chisiamo0.png

milanoamodomio-chisiamo1.jpg

cuore-arancione.svg

Che altro aggiungere?

Wish list: un faro come casa delle vacanze, una micro scultura di Jacob Epstein, un viaggio a Lhasa e la prima edizione de “La montagna incantata” di Thomas Mann.

Silvia Meucci

Nata a Firenze e cresciuta a Milano:
praticamente un essere perfetto!

Dopo un Liceo Classico potente (sempre grata allo storico Beccaria);

Legge in Statale mi regala anni formativi e ricreativi al contempo;

Cambridge riesce ad unire la voglia di imparare a quella di fare punting sul fiume Cam e finisco per diventare poi Avvocato, prestato alla Finanza Strutturata!

Il rigore è d’obbligo e, dunque, per rimanere umani e continuare ad ampliare i propri orizzonti posso solo esagerare in letture laterali, cucina etnica e fotografia alternativa, senza dimenticare il pattinaggio sul ghiaccio, il tennis e l’amore incondizionato per le stoffe vintage!

Nel frattempo ho sposato un collega magnifico, impegnativo, ma di grande spasso ed abbiamo avuto una figlia, perfetto connubio dei nostri difetti e pregi: speriamo riesca ad essere felice nonostante i suoi genitori!

Adoro i vecchi film americani anni Quaranta, Gene Hackman e House of Cards.

milanoamodomio-chisiamo2.jpg

Cristina Meucci

Milanese doc, ma con innegabili ed innegate origini toscane, prediligo da sempre i numeri ed i calcoli e, dopo lo Scientifico, mi è parso naturale diventare Architetto.

Tra Albini e Mies van der Rohe, oggi scelgo Dame Zaha Hadid per tenacia, determinazione e creatività spinta! Arredo con piacere alternando ferro e legno, stoffa e gesso, marmo ed immaginazione.

Mi piace il senso del colore, il giardino all’inglese e la malinconia di Virginia Woolf; mentre adoro la cucina piena di gente ed i bicchieri altrettanto colmi di vino rigorosamente rosso!

Ho una perla di figlia, che mi mette alla prova ogni giorno e mi mantiene giovane in mente e corpo.

cuore-blu.svg

Cosa aggiungere?

Wish list: una casa nella campagna inglese, un acquerello di Ruskin ed una borsa alla Mago Merlino, capace di contenere e racchiudere tutto il mio mondo.

Che cosa stai cercando?