ricetta
Login for save this into your bookmark
Ricetta di fantasia verde: Ciambella di piselli, cialda croccante e crema di robiola
Ricetta di fantasia verde: Ciambella di piselli, cialda croccante e crema di robiola
Trial
Media
Preparation time
1 ora e mezza
Elenco Ingredienti: 

750 g piselli
700 g patate
150 g robiola
100 g panna fresca
      3 albumi
Parmigiano Reggiano Dop - farina 00 - burro - semi di lino - sale 

preparazione

Lessate le patate con la buccia finchè non diventano tenere.
Cuocete i piselli in abbondante acqua bollente: per 3 minuti dalla ripresa del bollore quelli freschi, per 7-8 minuti quelli surgelati. Scolateli e frullateli subito, ancora caldi, ottenendo una vellutata. Schiacciate le patate, ancora calde e senza buccia, con lo schiacciapatate. Montate i duel albumi. Amalgamate la vellutata di piselli con le patate e unite, poi, 5 g di parmigiano grattugiato, 45 g di farina e 7 g di sale. Infine aggiungete gli albumi montati e mescolatevi il composto con delicatezza dal basso verso l'alto.
Spennellate lo stampo a ciambella (19 cm di diametro) con burro fuso e riempitelo con il composto.
Infornate a 180 gradi per 30 minuti circa.
Preparate le cialde: amalgamate 50 g di burro morbido con 30 g di farina, 30 g di parmigiano grattugiato e l'albume rimasto. Foderate una placca di carta da forno e stedetevi, con l'aiuto di un pennello da cucina, delle strisce di composto; spolverizzatele in maniera uniforme con una manciata di semi di lino.
Infornatele a 180 gradi per circa 7-8 minuti.
Sfornatele e lasciatele intiepidire.
Portate ad ebollizione la panna e, fuori dal fuoco, incorporatevi la robiola.
Servite la ciambella tiepida con le cialde e la crema di robiola, sempre tiepida. 

Recipe
Ricetta al forno: Patate rosse ripiene
Ricetta al forno: Patate rosse ripiene
Recipe
Ricetta da sciabolata artica: Zuppa di pane nero e porri con salmone affumicato
Ricetta da sciabolata artica: Zuppa di pane nero e porri con salmone affumicato
Recipe
Ricetta vegetariana: Gratin di cardi, olive e pinoli
Ricetta vegetariana: Gratin di cardi, olive e pinoli